Atto I, Scena V.

Scena V

Truzzo I

Truzzo II

Truzzo III

Ragazza

Immigrato

[Notte, solo dal lampione scaturisce un fascio di luce che colpisce poco davanti la panchina. I manifesti della cabina sono un inneggio alla vittoria contro gli immigrati e la criminalità. Un grido di donna. Entra la ragazza con tutti i vestiti strappati, zoppicante, si strascica fino ad arrivare alla panchina esausta. Entrano i tre truzzi, disorientati, barcollanti, ubriachi e strafatti.]

Truzzo I: dov’è andata?

Truzzo II: chi?

Truzzo I: quella puttana di prima… quanto cazzo hai bevuto? Non riesci neanche a ricordarti di pochi minuti fa..

Truzzo II: certo, ti sei preso tutta la droga tu, se me ne lasciavi un poco ero più sveglio..

Truzzo III: non fate bordello, abbiamo violentato e derubato quella donna, se ci prendono ci taglieranno le palle.

Truzzo I: è vero.. [scoppia a ridere] ci tagliano le palle… [non riesce a trattenere le risate] come a tutti quegli immigrati schifosi.. [continua a ridere]

[La ragazza tenta di continuare a scappare, ma cade dalla panchina e rimane stordita sotto il fascio di luce]

Truzzo II: cos’era quel rumore?

Truzzo I: tua mamma…

[Ridono tutti]

Truzzo II: tu scherzi, ma quella lì è capace di venire in giro a cercarmi…

Truzzo I: ma se è troppo preoccupata a pagarti l’università e i vestiti firmati..

Truzzo III: a che hanno fuori corso sei? Il quarto o il quinto? Signor capo poliziotto…

[Scoppiano a ridere]

Truzzo I: eccola! L’ho vista!

[Corrono verso la ragazza, ma il truzzo I inciampa e cade, ridono tutti]

Truzzo II: rialzati o ti lasciamo qui.

Truzzo III: respira, ma sembra svenuta…

Truzzo II: certo che è svenuta, non si muove…

[Ridono tutti]

Truzzo III: [alzandole la testa per i capelli] ci riconosci tesoro? Ci riconosci?

Truzzo I: guardatela.. non reagisce neanche, ci guarda con quegli occhi spenti.

Truzzo II: sembra morta.

Truzzo III: svegliati puttana! [la scuote]

Truzzo I: gliela diamo un’altra botta?

Truzzo II: coglione, scappiamo.

[La prendono a calci, esce del sangue]

[Scappano tutti]

[Dopo qualche minuto di silenzio entra ignaro di tutto l’immigrato]

Ragazza: aiuto.. [morente]

Immigrato: chi c’è?

[Finalmente nota la ragazza]

Immigrato: Oh! Maledizione. Una ragazza. [corre verso di lei, ma si blocca subito] non posso. Se mi vedono qui così mi arresteranno sicuramente. [si guarda in giro] niente telecamere almeno qui.. [si avvicina alla ragazza per scrutarla meglio] ma è la figlia della padrona. No. No. No. No! Devo scappare, perderò pure il lavoro e quella sembra l’ultima donna disposta ad accettare un negro per lavare casa!

Ragazza: [alza leggermente la testa] tu.. sei stato tu..

Immigrato: no signorina, no.. fraintendete, io passavo di qui! Vostra madre mi conosce, ha fiducia di me, sono anni che lavoro per voi, vi ho visto crescere.. come potete pensare questo?!

Ragazza: mia madre… è illusa.. una donna d’affari rintanata in un’ingenuità degna di un bambino..

Immigrato: no, no, no, no… non potete… sono qui per aiutarvi..

Ragazza: ormai lo sanno tutti… siete… siete feccia…

Immigrato: [in ginocchio] signorina. Vi porto all’ospedale..

Ragazza: non voglio l’aiuto di uno sporco negro.

Immigrato: no.. no..

Ragazza: ti farò tagliare le palle.. ti farò uccidere.. la sedia elettrica.. mia mamma seppur ingenua.. è ricca… e non ci vogliono chissà quali avvocati per.. per mettere dentro un maniaco negro…

Immigrato: no.. no.. no… no!

[Scappa l’immigrato]

Ragazza: basterà.. alzarmi…

[Cercherà di rialzarsi, ma dopo tentativi inutili e rantoli, farà un estremo sforzo sulle braccia ma ricadrà e non si rialzerà più. La scena si chiude dopo un minuto di scena muta con la donna ormai morta]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...